• PSICOTERAPIA E GRUPPI

    DOTTORESSA LILLI ROMEO

  • PSICOTERAPIA E GRUPPI

    DOTTORESSA LILLI ROMEO

  • PSICOTERAPIA E GRUPPI

    DOTTORESSA LILLI ROMEO

  • PSICOTERAPIA E GRUPPI

    DOTTORESSA LILLI ROMEO

  • PSICOTERAPIA E GRUPPI

    DOTTORESSA LILLI ROMEO

Fobie

Le Fobie

COSA SONO LE FOBIE

La fobia può essere definita come una paura eccessiva associata ad un comportamento da evitamento. Secondo il mio orientamento, per definire una fobia in senso clinico devono esservi prove del fatto che la paura esagerata (sintomo) esprime il modo in cui l’individuo organizza tutta la propria esperienza interna.

Dal punto di vista Psicodinamico, le fobie implicano un modo specifico di far fronte all’angoscia. I sintomi fobici provocano meno sofferenza e un miglior adattamento complessivo rispetto agli stai intensi di angoscia liberamente fluttuante (come gli attacchi di panico).

Nelle fobie, le misure difensive restringono e focalizzano ciò che è temuto, permettendo così agli individui che ne sono afflitti di rimanere liberi dall’angoscia nella misura in cui evitano gli oggetti e le situazioni specifiche.

Gli studi dimostrano che, da un punto di vista clinico, le fobie derivano da:

- tentativi di modulare angosce connesse a competitività e timori di ritorsioni (tematiche edipiche)

- sforzi per far fronte alla paura di perdere il controllo (problematiche connesse all’autonomia)

A un livello di base, le fobie possono dipendere:

- dalla paura di essere abbandonati dai cargaiver;
- possono rappresentare preoccupazioni relative all’integrità del proprio corpo;
- possono implicare una perdita delle funzioni dell’Io;

Le controfobie sono caratterizzate da modelli comportamentali attraverso i quali, anziché essere evitati, un oggetto o una situazione temuta vengono cercati attivamente nel tentativo inconscio di padroneggiare la paura anziché sopportarla in modo più passivo (per esempio, una persana con acrofobia fa paracadutismo acrobatico).

La psicoterapia ad orientamento analitico (o Psicodinamico) consentono un miglioramento significativo dei sintomi fobici, poiché favorisce l’aumento del senso di sicurezza e fiducia, la ripresa di una crescita emotiva bloccata, un miglioramento nella capacità di tollerare l’angoscia e regolare gli affetti, un’esplorazione e una riduzione delle paure che permettano alla persona di correre rischi controllati e un maggior coinvolgimento interpersonale.

 

ROMEO DOTT.SSA LILLI PSICOLOGA | 1, Piazza Villa Fiorelli - 00182 Roma (RM) - Italia | P.I. 08458631002 | Cell. +39 349 4684646   - Cell. +39 393 3321642 | info@psicoterapiaegruppi.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite