• PSICOTERAPIA E GRUPPI

    DOTTORESSA LILLI ROMEO

  • PSICOTERAPIA E GRUPPI

    DOTTORESSA LILLI ROMEO

  • PSICOTERAPIA E GRUPPI

    DOTTORESSA LILLI ROMEO

  • PSICOTERAPIA E GRUPPI

    DOTTORESSA LILLI ROMEO

  • PSICOTERAPIA E GRUPPI

    DOTTORESSA LILLI ROMEO

disturbi post traumatici

Disturbo post-traumatico da stress

DISTURBI POST-TRAUMATICI DA STRESS

Il disturbo post-traumatico da stress è una diagnosi molto utilizzata per indicare le conseguenze di un trauma psichico. Il D.t.p.s. è stato classificato tra i disturbi d’ansia, i disturbi dissociativi e i disturbi da stress.


Le persone che soffrono di ansia, traumi psichici e disturbi post-traumatici da stress possono condividere alcune esperienze soggettive, inclusa la sensazione di essere sopraffatti, quella di avere subito una catastrofe, la perdita del senso di sicurezza e la paura di essere feriti e morire.


Le persone con disturbo post-traumatico da stress manifestano preoccupazioni intense nei confronti dell'esperienza traumatica, che può arrivare all’evitamento fobico delle situazioni che potrebbero esporre al ripetersi dell’esperienza.


Frequente è la dissociazione degli affetti, che crea uno stato di profondo intorpidimento emotivo. I sintomi più frequentemente riscontrabili riguardano gli stati affettivi, i pattern cognitivi, gli stati somatici, i modelli relazionali.


Gli stati affettivi connessi ai traumi includono sentimenti ingestibili e soverchianti, compresi rabbia, terrore e vergogna per essere stati traumatizzati e dissociazione degli affetti, manifestata da ottundimento, senso di vuoto e incapacità di connettere i sentimenti disturbanti con gli eventi che li hanno generati.


I pattern cognitivi comprendono flashback e incubi ricorrenti. Il pensiero può includere: senso di tradimento, senso di colpa per le azioni fatte o non fatte, o per essere sopravvissuti mentre gli altri sono morti; tendenza a giustificare l’ansia intensa combinata a un distacco difensivo; incapacità di pensare agli eventi traumatici, o, al contrario, sensazione impotente di non riuscire a pensare ad altro; pensieri intrusivi, riconducibili in questo caso all’evento traumatico più che a conflitti intrapsichici, come è invece nel disturbo ossessivo-compulsivo.


Il trauma può influenzare negativa anche alcune funzioni dell’Io, tra cui l’esame di realtà, il senso di realtà, il giudizio, la regolazione degli affetti, le difese e l’organizzazione/integrazione della memoria.


Gli stati somatici includono irritabilità, disturbi del sonno, e tentativi di automedicazione con abuso di sostanze.
I modelli relazionali possono includere cambiamenti nel modo di rapportarsi con le altre persone, dovuti ad una riduzione della fiducia in se stessi e a un aumento dell’insicurezza, stati di ottundimento, ritiro, rabbia cronica e senso di colpa. Le relazioni possono essere molto compromesse a causa della dissociazione, dell’abuso di sostanze e di altre conseguenze del trauma. I traumi psichici spesso favoriscono lo sviluppo di modi sadomasochistici di interagire con le altre persone, che portano alla distorsione del dialogo e alla perdita della coerenza. Vi può essere un evitamento delle persone o delle situazioni che ricordano il trauma.

 

La psicoterapia psicodinamica (o ad orientamento analitico) è idonea nella cura del disturbo post-traumatico, poiché consente l’elaborazione di alcuni aspetti della storia traumatica della persona nel contesto della terapia, favorendone il padroneggiamento, ed è indispensabile alla remissione dei sintomi, al raggiungimento di una sua sana funzionalità emotivo-affattiva, sociale e lavorativa, resa possibile da una adeguata elaborazione ed integrazione dell’esperienza traumatica.

ROMEO DOTT.SSA LILLI PSICOLOGA | 1, Piazza Villa Fiorelli - 00182 Roma (RM) - Italia | P.I. 08458631002 | Cell. +39 349 4684646   - Cell. +39 393 3321642 | info@psicoterapiaegruppi.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite